Design di strategie di sviluppo del territorio

Il modello territoriale che ci caratterizza si regge su tre pilastri fondamentali: innovazione sociale, approccio partecipativo ed economia circolare. Crediamo che questi concetti siano gli elementi chiave che contribuiranno a plasmare il futuro delle nostre economie e società negli anni a venire.

Il concetto di Economia Circolare fa riferimento ad un innovativo paradigma di sviluppo, che poco a poco sta soppiantando il vecchio concetto di produzione e consumo lineare derivato dall’epoca Industriale. Il modello proposto dall’economia lineare è oramai ampiamente riconosciuto come insostenibile in un mondo con risorse limitate. Al contrario, l’economia circolare garantisce la sostenibilità a lungo termine del sistema produttivo e dei consumi, in quanto la sua caratteristica fondamentale è quella di essere restorativa.

Il concetto di Innovazione Sociale fa riferimento alla creazione di nuove ed innovative idee di business che vadano incontro ai bisogni della nostra società. Questi modelli tendono verso il miglioramento delle condizioni di vita degli individui, delle comunità e in definitiva dell’intero pianeta. La ricerca di innovazione sociale è fondamentale per lo sviluppo di economie circolari, in quanto facilita l’introduzione di nuove tecnologie attraverso lo sviluppo di business models che producano valore aggiunto in modo sostenibile.

Entrambi i concetti – ‘economia circolare’ e ‘innovazione sociale’ – prevedono il coinvolgimento dei cittadini e la loro partecipazione attiva nella co-creazione di progetti e nell’attivazione di iniziative, congiuntamente ad una varietà di altri attori.

La nostra missione è quella di identificare modelli di business innovativi, che offrano risultati efficaci sul medio periodo – intesi come parte di un processo di transizione – e sul lungo termine. Studiamo l’evoluzione di pratiche e iniziative pensate per aiutare imprenditori sociali e policy makers nella creazione di politiche di innovazione sociale sempre più efficaci. Di recente, Consulta Europa ha approfondito lo studio delle interazioni positive tra approccio partecipativo, società civile e pubbliche amministrazioni, focalizzandosi in particolare sul miglioramento dell’efficienza nelle strutture pubbliche e sulla possibilità che esse offrono di raggiungere un pubblico sempre più vasto, coinvolgendolo i cittadini in modo attivo nella creazione di policies.